ECOLOGIA ED ETOLOGIA PER LA CONSERVAZIONE DELLA NATURA

Ex ECOLOGIA E CONSERVAZIONE DELLA NATURA

Sbocchi professionali

Ecologo
funzione in un contesto di lavoro:
1- Progettazione, esecuzione e monitoraggio di programmi per la gestione e la conservazione di popolazioni naturali vegetali e animali
2- Consulente per la gestione dei conflitti fra attività antropiche e popolazioni vegetali e animali naturali
3- Consulente per lo sfruttamento delle risorse rinnovabili biologiche (pesca, caccia, prodotti del sottobosco, legname, ecc)
4- Consulente per modelli previsionali degli impatti dei cambiamenti climatici sulla componente biologica degli ecosistemi
5- Collaborazione a Valutazioni di Impatto Ambientali e Strategiche
6- Analisi, monitoraggio e valutazioni delle componenti biologiche di sistemi ambientali complessi (fiumi, foreste, terreni agricoli, suoli) anche con l'uso della bio-indicazione
7- Insegnante ed educatore in tematiche ambientali
8- Ricercatore scientifico in ambito ecologico-evoluzionistico
9- Divulgatore scientifico
competenze associate alla funzione:
Le competenze professionali previste ricadono nell'ambito della pianificazione territoriale, di aree protette; analisi, valutazione e gestione dei sistemi ambientali; modelli demografici per la previsione di della dinamica di popolazioni vegetali e animali; e modelli per stimare la dispersione di piante e animali in territori urbanizzati e metodologie per prevenzione dei conflitti con l'uomo; competenze specifiche in cartografia ambientale e sistemi informativi geografici; trattamento dati ambientali e misure ambientali integrate; valutazione dell'inquinamento e dei suoi effetti; pianificazione della gestione faunistica, sistemi di gestione e certificazione ambientale; VIA, VAS e supporto ambientale alla pianificazione territoriale; analisi di ecosistemi con indicatori biologici; raccolta e analisi di dati che riguardano la biologia di popolazioni (censimenti, modalità riproduttive, interazioni preda-predatore); individuazioni dei fattori limitanti la crescita delle popolazioni naturali; pianificazione della gestione delle risorse rinnovabili; analisi e gestione delle situazioni di conflitto fra agricoltori e fauna selvatica; gestione delle specie alloctone e programmi di mitigazione dei danni;
sbocchi professionali:
I laureati magistrali in Ecologia ed Etologia per la Conservazione della Natura nella classe LM-6 hanno prospettive di impiego nei settori privato e pubblico con sbocchi professionali nei seguenti enti e istituzioni:
- Enti Parco; Settori ambientali delle amministrazioni locali;
- Servizi ambientali degli Enti e delle Amministrazioni Pubbliche (ARPA, AUSL, servizi tecnici regionali e provinciali, ecc.);
- Musei di Scienze e di Storia Naturale;
- Aziende agricole che attuano la coltivazione biologica e la lotta integrata
- Servizi di Educazione ambientale nel settore pubblico e privato;
- Guida/accompagnatore naturalistico;
- Studi professionali e società di progettazione e pianificazione territoriale, di certificazione e di analisi ambientale;
- Società e imprese produttrici di beni e servizi;
- Dottorato di ricerca
- Ricerca in ambito naturalistico (ecologico, biologia della conservazione, gestione delle risorse naturali) in enti di ricerca pubblici e/o privati ;
- Divulgazione scientifica;

Inoltre i laureati in possesso dei crediti previsti dalla normativa vigente potranno partecipare alle prove di accesso ai precorsi di formazione del personale docente per le scuole secondarie di primo e secondo grado.

Etologo
funzione in un contesto di lavoro:
1- Progettazione, esecuzione e monitoraggio di programmi per la gestione e la conservazione di popolazioni animali
2- Consulente per la gestione dei conflitti fra attività antropiche e popolazioni animali naturali
3- Consulente per il benessere animale in allevamenti, parchi zoologici e canili-gattili
4- Consulente per la lotta biologica e integrata in sistemi agricoli e forestali
5- Insegnante ed educatore per tematiche ambientali
6- Ricercatore scientifico in ambito zoologico-evoluzionistico
7- Divulgatore scientifico
competenze associate alla funzione:
Le mansioni professionali sopra elencate sono caratterizzate dalle seguenti competenze: raccolta e analisi di dati che riguardano la biologia di popolazioni (censimenti, modalità riproduttive, interazioni preda-predatore); individuazioni dei fattori limitanti la crescita delle popolazioni naturali; pianificazione della gestione faunistica; analisi e gestione delle situazioni di conflitto fra allevatori e predatori naturali; gestione delle specie alloctone e programmi di mitigazione dei danni; analisi del benessere animale e implementazione di programmi di arricchimento ambientale in allevamenti, parchi zoologici, canili e gattili; progettazione, monitoraggio e implementazione di programmi di lotta biologica.
sbocchi professionali:
I laureati magistrali in Ecologia ed Etologia per la Conservazione della Natura nella classe LM-6 hanno prospettive di impiego nei settori privato e pubblico con sbocchi professionali nei seguenti enti e istituzioni:
- Enti Parco; Settori ambientali delle amministrazioni locali;
- Servizi ambientali degli Enti e delle Amministrazioni Pubbliche (ARPA, AUSL, servizi tecnici regionali e provinciali, ecc.);
- Musei di Scienze e di Storia Naturale;
- Servizi di Educazione ambientale nel settore pubblico e privato;
- Guida/accompagnatore naturalistico;
- Studi professionali e società di progettazione e pianificazione territoriale, di certificazione e di analisi ambientale;
- Società e imprese produttrici di beni e servizi;
- Dottorato di ricerca
- Ricerca in ambito naturalistico (ecologico, etologico, biologia della conservazione, gestione delle risorse naturali) in enti di ricerca pubblici e/o privati ;
- Divulgazione scientifica;

Inoltre i laureati in possesso dei crediti previsti dalla normativa vigente potranno partecipare alle prove di accesso ai precorsi di formazione del personale docente per le scuole secondarie di primo e secondo grado.

Abilità Comunicative

Al termine del loro percorso formativo i Laureati magistrali in Ecologia ed Etologia per la Conservazione della Natura avranno acquisito la capacità di trasmettere in modo chiaro giudizi e conclusioni, ivi comprese le conoscenze e il razionale su cui essi si basano, a interlocutori specialisti e non specialisti anche con l'ausilio di specifici strumenti audiovisivi ed anche in lingua inglese.
I laureati saranno in grado di interagire con altre persone e lavorare in gruppo su progetti multidisciplinari e svolgere attività di formazione nelle scuole e ad un pubblico vasto.
Tale capacità verrà promossa e verificata durante le lezioni, negli esami relativi ai singoli insegnamenti nel corso della preparazione della tesi di laurea per la quale gli studenti saranno tenuti a seminari intermedi e ad una presentazione finale scritta e orale delle tematiche e delle tecniche da loro affrontate durante il periodo di tirocinio formativo.
La capacità di comunicare le conoscenze viene acquisita e attestata a diversi livelli nelle attività formative, sia durante le verifiche degli esami, sia durante la preparazione guidata dei seminari di tesi e dell'elaborato di tesi e della dissertazione finale.