Sbocchi professionali

Esperto in problematiche inerenti l'ecologia, la conservazione della biodiversità e il comportamento animale
funzione in un contesto di lavoro:
Per il dottore magistrale che viene formato in questo corso si possono prevedere tre diverse funzioni professionali:
1) Possesso delle basi conoscitive per l'accesso a formazione scientifica di terzo livello nell'ambito della biologia di popolazioni
2) Formazione di una figura professionale per la risoluzione di problemi per la conservazione della natura
3) Formazione di una figura professionale per la gestione delle problematiche inerenti il comportamento animale
competenze associate alla funzione:
Le mansioni professionali previste sono nell'ambito della pianificazione territoriale, di aree protette, analisi, valutazione e gestione dei sistemi ambientali e competenze specifiche in cartografia ambientale e
sistemi informativi geografici, trattamento dati ambientali e misure ambientali integrate, valutazione dell'inquinamento, pianificazione della gestione faunistica, sistemi di gestione e certificazione ambientale, VIA, VAS e supporto ambientale alla pianificazione territoriale.
sbocchi professionali:
I laureati magistrali in Ecologia e Conservazione della Natura nella classe LM-6 hanno prospettive di impiego nei settori privato e pubblico con sbocchi professionali negli Enti Parco e nei settori ambientali delle amministrazioni locali, nei servizi ambientali degli Enti e delle Amministrazioni Pubbliche (ARPA, AUSL, servizi tecnici regionali e provinciali, ecc.); in studi professionali e società di progettazione e pianificazione territoriale, di certificazione e di analisi ambientale; in società e imprese produttrici di beni e servizi; nella didattica delle scienze, sia come guida/accompagnatore naturalistico; nella ricerca in ambito naturalistico, sia nell' Università che negli Enti di ricerca pubblici e/o privati.
La laurea in Ecologia e Conservazione della Natura permette inoltre l’accesso alla libera professione come Biologo, previo il superamento dell’esame di stato.
Abilità Comunicative

Al termine del loro percorso formativo i Laureati magistrali in Ecologia avranno acquisito la capacità
di trasmettere in modo chiaro giudizi e conclusioni, ivi comprese le conoscenze e il razionale su cui essi si basano, a
interlocutori specialisti e non specialisti anche con l'ausilio di specifici strumenti audiovisivi. Seminari verranno tenuti a cadenza programmata per la presentazione dei progressi del lavoro di tesi.
Tale capacità verrà promossa e verificata durante Ie lezioni, negli esami relativi ai singoli insegnamenti nel corso della preparazione della tesi di laurea per la quale gli studenti saranno tenuti a seminari intermedi e ad una presentazione finale scritta e orale delle tematiche e delle tecniche da loro affrontate durante il periodo di tirocinio formativo.

--------------------------------------
La capacità di comunicare le conoscenze viene acquisita durante il percorso stutturato di cumunicazione per seguire da parte dei docenti il progredire del lavoro di tesi che avviene attraverso la preparazione e la presentazione di tre seminari di tesi.

Struttura dei seminari

I seminari hanno una durata di 30 minuti e presentati almeno un mese prima degli esami di laurea.

I tre seminari sono costituiti da:

- Seminario iniziale
Nel seminario iniziale il candidato presenta il progetto di tesi. La presentazione è costituita dalla presentazione dello stato dell’arte, ovvero di un’analisi critica della letteratura scientifica sull'argomento. Dallo stato dell'arte devono emergere le motivazioni che hanno portato a sviluppare l’argomento proposto, in modo particolare ipotesi e conoscenze che si possono potenzialmente acquisire e che giustificano ulteriori ricerche. Dovranno quindi essere illustrati gli obiettivi della tesi e, brevemente, i materiali ed i metodi che si intendono usare. Idealmente la tesi dovrebbe rispondere a dei quesiti e quindi si dovrebbe essere in grado, almeno in linea ipotetica, di indicare il significato dei risultati attesi.
La maggior parte della presentazione dovrebbe essere dedicata ad illustrare lo stato dell'arte e le ipotesi dello studio. Per la programmazione del lavoro si deve considerare che questo è un compito difficile da svolgere e che richiede tempi adeguati.

- Seminario intermedio (in Inglese)
Il seminario intermedio si svolge in lingua inglese ed è prevalentemente dedicato alla descrizione degli aspetti metodologici del lavoro: illustrazione del piano del lavoro e del disegno sperimentale, calendario dei lavori, campionamento, giustificazione della dimensione dei campioni usati, analisi dei dati e congruità delle analisi da effettuare. In questa fase dovranno essere ribaditi sia le motivazioni scientifiche che gli obiettivi a sostegno delle scelte metodologiche. Si consiglia di presentare anche i primi risultati.

- Seminario finale - Prova della presentazione finale
Per la sua natura sarà tenuto a circa un mese dalla data dell'esame di laurea in modo da permettere l'effettuazione delle correzioni che emergessero dalla discussione. Richiamata la giustificazione scientifica e gli obiettivi, la maggior parte del tempo sarà dedicata all’illustrazione dei risultati e alla loro interpretazione. Come struttura questo seminario è simile presentazione a un congresso.